Come tagliare una cipolla senza lacrimare

Originaria  della Persia, la cipolla è una pianta erbacea biennale che viene raccolta tra maggio ed agosto per poi essere lasciata essiccare all’aria.

In cucina la si trova alla base di tantissime preparazioni, questo per il suo intenso e particolare odore, ma non tutti sanno che la cipolla ha anche diverse proprietà benefiche e terapeutiche. Con il suo consumo, infatti, si combattono i radicali liberi dell’organismo, si favorisce l’aumento delle difese immunitarie, si rinforzano le articolazioni, le ossa e la flora intestinale.

Nonostante i tanti benefici e gli aspetti positivi, molto spesso i nostri occhi iniziano a lacrimare quando sbucciamo ed affettiamo le cipolle.  perché  viene rilasciata una sostanza che irrita le mucose attraverso il naso e quindi la fastidiosa lacrimazione e forte sensazione di bruciore.

Esistono un po di rimedi per non lacrimare :

  1. Potrà sembrarti una cosa bizzarra, ma indossare gli occhialini da nuoto  (quelli che si usano in piscina) è un metodo infallibile per impedire che il gas idrosolubile possa irritare gli occhi e le mucose. So benissimo che è buffo, ma ti posso assicurare che funziona e, a mio avviso, è preferibile scatenare l’ilarità di chi ci vede conciati in tal modo, che piangere a dirotto e ritrovarsi con gli occhi arrossati e, se sei donna, a doverti rifare il trucco con le palpebre gonfie.
  2. Prima di affettare le cipolle è necessario sciaquarle con dell’acqua fredda (avendole sbucciate ) e, successivamente, lasciarle un po’ in ammollo dopo averle divise a metà. Per utilizzarle basterà aspettare pochi minuti, giusto il tempo che l’acqua riesca ad entrare nei vari strati di ogni cipolla.
  3. Metti le cipolle nel freezer e lasciale raffreddare per 15 minuti circa prima di levare loro la pelle e affettarle per fare in modo di rallentare l’azione enzimatica e fare in modo che i bulbi producano meno gas.
  4. Dato che il gas lacrimogeno (è proprio il caso di chiamarlo così) è idrosolubile, bagna con acqua fredda il tagliere e la lama del coltello ripetutamente prima e mentre mondi e fai a fette i tuberi e tieni lontano gli occhi dalla parte tagliata
  5. Prima di iniziare a tagliare la cipolla riempite un bicchiere di acqua e bevetene un po’, anzi trattenetela in bocca: avere le guance piene mentre si esegue questa operazione, sembra un po’ un rimedio della nonna, eppure funziona. È importante però farlo prima di cominciare a sbucciarla, altrimenti sarà inutile.
  6. Molte nonne suggeriscono anche di masticare lentamente un pezzo di pane durante il taglio della cipolla. Con questa operazione la bocca si riempie di saliva, evitando così di provocare il bruciore agli occhi.
  7. Provate a mettere il coltello nel freezer dieci minuti prima di iniziare l’operazione
  8. Per dissolvere i gas sprigionati dal taglio della cipolla vi suggeriamo di utilizzare una fonte di vapore. Sistemare un pentolino d’acqua calda accanto al tagliere da lavoro può ridurre la lacrimazione.
  9. Questo trucco consiste nello sfregare il tagliere con un pezzo di limone, prima di tagliare la cipolla. Poi potrete affettarla tranquillamente senza rischiare di piangere. Questo trucco, inoltre, vi permette di evitare anche che l’odore della cipolla penetri nel tagliere.
  10. Gli enzimi della cipolla possono essere sconfitti da soluzioni acide come l’aceto. Immergere la cipolla, dopo averla sbucciata, in acqua e aceto per 5 minuti serve a ridurre il rischio di lacrima facile

 

 

 

Be the first to comment

Rispondi